LA VITA NELLA COMUNITA' ANGELIDE

Organizzazione interna della vita comunitaria

Corsi di alfabetizzazione

Per i minori stranieri inseriti nella Comunità è obbligatoria, per l’inizio del progetto educativo, la partecipazione a corsi di alfabetizzazione organizzati dall’equipe.

Visite di parenti o amici

I parenti dei ragazzi devono presentare documenti che accertino la propria identità e possono accedere alla Comunità previo permesso dell’educatore di turno. Gli amici, con esclusione degli ex ospiti che hanno libero accesso nelle ore diurne e previa presentazione all’educatore di turno, si ricevono solo se accreditati e conosciuti dall’operatore e possono accedere esclusivamente alla sala comune della Comunità.

Pernottamento da parenti

I pernottamenti esterni sono autorizzati solo se ricorrono tutte le seguenti condizioni:

– autorizzazione del tutore legale

– che il parente sia accreditato presso la Comunità ed inoltre che sia in possesso di idonei documenti quando si tratti di straniero

– che sussista il nulla osta del Responsabile e dell’Assistente Sociale di riferimento

– che il pernottamento si inserisca nell’attuazione del progetto individuale ed il benessere psicofisico del minore

– che siano verificate idonee condizioni abitative dell’alloggio

Il parente, una volta che ne sia accertata l’identità, sarà tenuto a firmare l’apposita modulistica per l’assunzione della responsabilità derivante dalla presa in carico del minore.

Servizio di lavanderia-guardaroba

La biancheria piana (materiali da letto, asciugamani, ecc.) è fornita dall’Azienda ed è lavata all’interno della struttura come pure gli indumenti personali dei minori. Il Servizio interno di lavanderia e guardaroba, importante per assicurare sempre un abbigliamento pulito e ben ordinato nonché i ricambi della biancheria piana, devono essere costantemente gestiti con adeguati calendari, stabiliti dal Responsabile/coordinatore, per garantire la dignità del minore.

Arredi e suppellettili personali

Ai minori accolti sarà garantito l’utilizzo di arredi e di suppellettili personali, significativi dal punto di vista affettivo e storico per la persona, che potranno essere utilizzati secondo modalità e limiti determinati dagli effettivi spazi disponibili per ciascun minore. In ogni caso, questi arredi e suppellettili non potranno essere sostitutivi degli arredi e delle suppellettili messi a disposizione dalla Comunità e non dovranno presentare rischi per l’incolumità del minore stesso, come per le altre persone e per l’abitazione.

Orari della giornata

SVEGLIA

L’orario di sveglia è previsto dalle ore 6,00 alle ore 7,00 per i minori inseriti in stage, percorsi scolastici o che hanno trovato occupazione lavorativa. Per i minori non ancora inseriti nel percorso residenziale l’orario di sveglia è stabilito dal Responsabile/coordinatore.

Ogni ospite, dopo essersi alzato, ha il compito di rifare il letto e riordinare la camera. Inoltre, seguendo le diverse turnazioni stabilite dagli operatori, i minori provvederanno alla pulizia quotidiana del locale cucina/refettorio, dei bagni e, quando occorrendo, del giardino e altre zone esterne.

COLAZIONE

Dalle ore 6,30 alle ore 8,30

PRANZO

Dalle ore 12,00 alle ore 13,30.

MERENDA

Dalle ore 16,00 alle ore 17,00.

CENA

Per la cena, il cui orario è stabilito dal Responsabile/coordinatore – e che rappresenta un fondamentale momento conviviale comunitario di socializzazione e scambio di esperienze – tutti i minori, salvo eccezioni per giustificati motivi, devono essere rientrati nella Comunità.

Quando l’ospite, per giustificati motivi, utilizzi la cucina/refettorio al di fuori degli orari stabiliti deve, al termine dell’utilizzo, provvedere a riordinarla.

Regole generali

DOCCE

Non si stabiliscono orari. Ogni ragazzo, dopo l’uso della doccia, deve ripulire il bagno e asciugare il pavimento. Anche gli altri sanitari devono sempre essere puliti dopo il loro utilizzo. Dopo le ore 20 non si effettuano più docce.

ORARIO SERALE

I minori devono coricarsi entro e non oltre le ore 23,30 dalla Domenica a Giovedì e non oltre le ore 24 nei giorni di Venerdì e Sabato.

USCITE

Le uscite diurne, diverse da quelle per motivi di studio, lavoro, stage e similari, devono essere sempre autorizzate dall’operatore di turno.

Qualsiasi tipo di uscita deve essere sempre annotata nell’apposito registro con indicazione dell’ora, destinazione e ora rientro.

I minori ospiti possono essere autorizzati ad uscire per una intera giornata con un parente o conoscente accreditati presso la Comunità, previa richiesta scritta di questi, e purché maggiorenni e in possesso di valido

documento di identità. Durante il periodo estivo (dal 1 Maggio al 30 Settembre) le uscite post/cena possono essere autorizzate dall’operatore di turno come segue:

– dalla Domenica al Giovedì fino alle ore 21,00

– il Venerdì e il Sabato fino alle ore 22,00

– e durante il periodo invernale rispettivamente fino alle 20,00 e alle 21,00.

Per particolari circostanze quali eventi culturali, particolari manifestazioni e spettacoli, l’equipe educativa può – in considerazione della valenza formativa, socializzante e di responsabilizzazione del minore – proporre al Responsabile/coordinatore permessi straordinari e questi autorizzare in deroga agli orari di rientro come sopra stabiliti.

MANCATO RIENTRO

Nel caso in cui il minore non rispetti l’orario di rientro stabilito dal presente regolamento, l’operatore di turno provvede a dare tempestiva comunicazione alla Questura di Lecce e , per conoscenza, anche all’Assistente Sociale che ha in carico il minore. Inoltre il giorno successivo non potrà uscire se non per gli impegni stabiliti (stage, scuola, lavoro, corsi, visite mediche).

Alla terza segnalazione il progetto individuale si ferma ed è richiesto un incontro urgente con l’Assistente Sociale di riferimento.

TELEFONO

L’uso del telefono della Comunità è assolutamente vietato, se non per i seguenti motivi:

– comunicare ai propri familiari l’arrivo in Comunità

– malattie o decesso di familiari

– comunicazioni determinanti lo svolgimento del PEI del ragazzo

– richiesta di documenti ai familiari

– altre circostanze valutate di volta in volta dall’operatore di turno

PRODOTTI DI IGIENE PERSONALE

Mensilmente i ragazzi verranno forniti dei prodotti necessari per la cura dell’igiene personale.

informazioni sul regolamento

Le regole di vita della Comunità Educativa vanno intese come un’occasione di crescita e di sviluppo cognitivo, emotivo e comportamentale del minore accolto e non come strumento educativo, normativo e di controllo dei comportamenti In questa prospettiva, i minori accolti saranno accompagnati alla elaborazione delle seguenti regole:

al rispetto delle persone e delle cose che li circondano;

alla partecipazione alla vita comune;

all’esecuzione dei propri impegni personali;

al rispetto degli spazi e degli oggetti degli altri ospiti.

Ciò vuol dire che, oltre a quanto disposto specificamente nei Progetti educativi individualizzati, verrà elaborato un regolamento comportamentale e di organizzazione dei tempi e delle attività della Comunità Educativa con gli stessi minori, per responsabilizzare e garantire a tutti uno spazio di partecipazione democratica e l’esercizio di cooperative learnig.

CHORA SRL

Via dei Campi Inglesi- Zona Artigianale PIP
Otranto (LE)
Tel. 0836 1946387
info@chora-angelide.it
Responsabile di Struttura: Sig.ra Luana Pataleo